MARATONA DI LETTURA
Venerdì 27 settembre
dalle ore 17. 30
AL
LA FABBRICA DEL VEDERE
in collaborazione con
CINIT CINEFORUM ITALIANO

presenta
JULES VERNE TRA CARTA E CELLULOIDE

con pagine scelte da INTORNO ALLA LUNA (1870) interpretate da Francesca D’ESTE precedute dalla proiezione “ALLA LUNA, ALLA LUNA”, sogni, voli escursioni, matrimoni alle origini del cinematografo e seguita da “UNA DONNA NELLA LUNA” di Fritz Lang del 1929, FRAU IM MOND tratto da un romanzo dell’allora moglie di Lang Thea von Harbou.

L’anniversario leonardiano consente di rivedere spunti, istanze, ipotesi e voglie di un’umanità alla costante ricerca di comprendere poi superare i limiti della meraviglia del creato. Magari progettando macchine impossibili, ma anche solo materializzando dei sogni che in qualche caso sono anche diventati realtà. Partecipando come Biblioteca di un’Associazione Culturale dedicata alla visione alla MARATONA DI LETTURA è parso indispensabile riferirsi al più grande tra i divinatori ottocenteschi del progresso, che ha descritto puntualmente buona parte di eventi e macchinari presto entrati nella consuetudine, Jules Verne. Che è arrivato, non senza riferirsi a effettive verità scientifiche a volare verso e intorno alla Luna. E nel contempo a ripercorrere alcune tappe importanti del nuovo linguaggio nato con il ‘900, il cinematografo, che a loro volta si ispiravano tra l’ingenuo il buffo e il magico sempre al nostro satellite che nella celebrazione della fine del periodo muto da parte di uno dei grandi e visionari registi, Fritz Lang, avrebbe dovuto, tra l’altro, possedere immense riserve… auree. Insomma: serata sospesa tra Carta e Celluloide a LA FABBRICA DEL VEDERE, in una maratona che sta diventando uno degli appuntamenti istituzionali dell’attività annuale.

posti limitati
Per prenotare scrivere a:
info@fabbricadelvedere.it

L’Assessorato alla cultura della Regione del Veneto in collaborazione con la sezione regionale dell’Associazione Italiana Biblioteche, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Associazione Librai Italiani,  il Sindacato Italiano Librai
Cartolibrai 
 organizzano per venerdì 27 settembre 2019 la terza edizione di Il Veneto legge. Si tratta di una maratona di lettura che vuole coinvolgere innanzitutto scuole, biblioteche, librerie, ma che si rivolge a tutti i cittadini che amano i libri e la lettura.
ilvenetolegge.it

 


IL GIORNO E LA NOTTE
Dal vedutismo al cinema muto

A cura di Carlo Montanaro e Giancarlo Pauletto
Coordinamento Maria Francesca Vassallo

SABATO 25 MAGGIO 2019
ORE 17.30

456a mostra d’arte
Galleria Sagittaria, Pordenone, via Concordia 7
dal 25 maggio al 13 ottobre 2019

 

Era il settembre del 2006 e presso la Galleria Sagittaria, in via Concordia 7 a Pordenone, si inaugurava una mostra che molti ancora ricordano: non solo gli amanti di cinema e di tutto ciò che il cinema riguarda, dalla sua preistoria all’attualità, ma anche gli amanti d’arte, e di arte grafica in particolare: era la mostra intitolata Prima dei Lumière, e sottotitolata Oggetti documenti immagini avanti e attorno al cinema. Dalla collezione Carlo Montanaro di Venezia.

La copertina del catalogo pubblicato per l’occasione riprendeva una splendida litografia di metà Ottocento Les ombres chinoises, in cui un gruppo di scimmie borghesemente vestite – la signorina il militare il padre di famiglia il bambino – si assiepa, nel salotto di casa, davanti allo schermo, appunto, delle “ombre cinesi”: tal quale una qualunque famiglia italiana alle origini della televisione, e chissà che non ci fosse, in quel travestimento, già l’allusione a quella sorta di massa indistinta, di “pubblico” insomma, in cui tutti ci saremmo trasformati circa un secolo dopo, con conseguenze che non sappiamo ancora se più positive o negative, nonostante l’infinita mole di studi in proposito e se si aggiunga, per di più, il tema internet.

Era una mostra insomma che, al di là della sua piacevolezza, invitava a riflettere sulla potenza della comunicazione non solo cinematografica, e soprattutto, con i suoi materiali, invitava a riflettere sulla deviazione spettacolare e pubblicitaria che la comunicazione stessa poteva assumere, con conseguenze non necessariamente positive.

Carlo Montanaro insiste.

Con la tipica passione del pirata a caccia dei dobloni, egli continua ad ampliare il suo già sontuoso archivio, e permette oggi al Centro Iniziative Culturali Pordenone di presentare, sempre presso la Galleria Sagittaria, un’altra bellissima mostra in cui tutti gli appassionati potranno osservare nuovi materiali da lui ritrovati, preziosi non solo per ragioni strettamente filologico-documentarie, ma, come già si accennava, anche per rilievo estetico.

Si va da una grande Veduta del Prato della Valle di Canaletto, strepitosa testimonianza del vedutismo veneziano che informò di sé tutto il Settecento, a vedute d’ottica di grande impatto visivo, a splendide fotografie ottocentesche, a oggetti ottici di rarissima reperibilità e chi più ne ha più ne metta, il tutto precisamente specificato in un catalogo a cura del Collezionista, il quale costituirà, assieme a quello pubblicato nel 2006, una documentazione di fondamentale importanza per tutti gli appassionati.

Siamo lietissimi dunque di presentare questa mostra che si intitola Il giorno e la notte. Dal vedutisno al cinema muto, certi che sarà visitata con grande interesse.

Maria Francesca Vassallo

Presidente Centro Iniziative Culturali Pordenone

 

Centro Iniziative Culturali Pordenone
Archivio Carlo Montanaro  – La Fabbrica del Vedere

In collaborazione con 
Centro Culturale Casa A. Zanussi Pordenone
Le Giornate del Cinema Muto Pordenone

Con il sostegno 
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

Dal martedì alla domenica dalle 16.00 alle 19.00.
Chiuso le domeniche di luglio e agosto.
Tutti i sabati di luglio e agosto chiusura ore 18.00.
Chiuso il 2 giugno, dall’1 al 18 agosto e 8 settembre.

Sono previste visite guidate per gruppi e scuole
Catalogo in Galleria

Ingresso libero

Informazioni
Centro Iniziative Culturali Pordenone
Via Concordia 7, telefono 0434.553205
cicp@centroculturapordenone.it 
www.centroculturapordenone.it 
facebook.com/centroculturapordenone.it