MARCEL DUCHAMP
nel 130 anniversario della nascita.

dal 29 aprile al 28 luglio
dalle 17 alle 19
chiuso il martedi

 


Marcel Duchamp, è uno dei maggiori e più consapevoli artisti del ‘900. Ironico, esoterico, magico e nel contempo precursore del concettuale, attraversa la prima metà del secolo con intuizioni folgoranti (LE NU DESCENDANT UN ESCALIER, 1912, i READY-MADE, IL GRANDE VETRO) e tra gli svariati interessi, resterà sempre intrigato dalla tridimensionalità. Per risolvere questo problema si avvicina anche al cinema complice (a partire dal 1920 a New York) Man Ray, in un tentativo probabilmente non riuscito e comunque perduto. Nel 1926, sempre con Man Ray, costruisce Anémic Cinèma, dove alterna alla rotazione di 10 dischi spiraloidi (ROTORELIEFS)nove calembour nonsense, firmando, naturalmente, con lo pseudonimo Rrose Selavy. Meno di dieci anni dopo cerca di commercializzare i ROTORELIEFS realizzandone una serie di colorati che non incontreranno all’epoca alcun successo. E che, fusi gli uni negli altri, insieme ad altri elementi figurativi come una visualizzazione del NU DESCENDANT UN ESCALIER con John Cage che suona un “piano preparato” saranno alla base anche di un episodio di Dreams that money can buy diretto da Hans Richter in America nel 1947, un film autentico “canto del cigno” dell’avanguardia cinematografica storica, premiato alla veneziana Mostra del Cinema di quell’anno. Scomparso nel 1968, Marcel Duchamp era nato nel 1887 giusto centotrent’anni fa. Con il titolo di DUCHAMP 130, LA FABBRICA DEL VEDERE espone una delle rare serie complete superstiti dei ROTORELIEFS del 1935, proiettando nel contempo le due brevi opere cinematografiche che li contemplano. Ed insieme, per celebrare l’anniversario, espone anche la sua ultima opera, le nove incisioni che illustrano il II° volume di THE LARGE GLASS AND RELATED WORKS di Arturo Schwarz (1967) con “l’odissea della Sposa e dello Scapolo interrotta in un momento cruciale del Grande Vetro, prima che si incontrassero“, una sorta di summa ricca di citazioni (Rodin, Cranach, Ingres) del tema che ha ossessionato per tutta la vita Duchamp. DUCHAMP 130 si apre sabato 29 aprile alle ore 18 e si concluderà venerdì 28 luglio, 130°compleanno dell’artista. Dalle 17 alle 19 tutti i giorno escluso il martedì.

LA FABBRICA DEL VEDERE dell’Archivio Carlo Montanaro è situato a Cannaregio, in Calle del Forno 3857, fermata Ca d’Oro.
Telefono 041 5231556, 3474923009.
www.archiviocarlomontanaro.it

www.fabbricadelvedere.it

info@fabbricadelvedere.it